quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

L'Accademia Ducale Atestina è una scuola d'arte voluta dagli estensi per incentivare lo studio delle arti figurative nella città di Modena. 

Nel 1785 venne creata la Scuola d'Arte che in forza di un atto del Duca Ercole III° venne trasformata nel 1790 in Ducale Accademia Atestina di Belle Arti. La direzione venne affidata al pittore e architetto Giuseppe Maria Soli. Gli insegnamenti iniziali furono disegno, pittura e architettura; successivamente si aggiunsero disegno di figura e ornato, prospettiva e scultura. 
E' interessante come ci fosse una volontà di dare un impronta comune a tutti coloro che esercitavano professioni artistiche anche minori. Fu così che nell'Accademia Atesina si iscrissero anche orafi, argentieri, ebanisti e anche artigiani, muratori e carpentieri.

L'Accademia subì un rallentamento nel periodo napoleonico ma con la restaurazione (1821) ritornarono gli Estensi e l'Accademia ebbe nuovi impulsi sotto la guida del nuovo direttore: lo scultore Giovanni Pisani. Venne costituita una gipsoteca con calchi delle statue classiche. Alcuni anni dopo la direzione passò al pittore Adeodato Malatesta.

Nel 1860 quando a Modena vi fu il Governo Provvisorio di Carlo Farini l'Accademia Atestina si fuse con quella di Bologna e di Parma e Adeodato Malatesta mantenne la direzione. Con la costituzione del Regno d'Italia (1861) il Malatesta ottenne l'incarico di Presidente della Commissione per la tutela dei beni pubblici dell'Emilia-Romagna. Nel 1877 anche a causa di un calo nelle iscrizioni l'Accademia venne declassata a Regio Istituto di Belle Arti. Tra gli allievi più interessanti uno, Adolfo Venturi, rggiunse un'ampia notorietà a livello nazionale come storico dell'arte e in occasione di una trasformazione del 1932 la scuola prese la denominazione di Istituto per le Arti Applicate Adolfo Venturi. Lo storico Adolfo Venturi è noto per le sue analisi particolarmente raffinate dei quadri che vennero sottoposti alla sua attenzione per poter identificarne l'autore. Nell'ricordare la metodologia applicata dal Venturi si parla di "scienza del conoscitore."  Purtroppo oggi c'è una forte tendenza alla mistificazione: il concetto di scienza non si deve mai applicare a conoscenze che nulla hanno a che fare con la Scienza. L'arte non è un concetto scientifico. Adolfo Venturi è stato un importante storico dell'arte, ha avuto importanti allievi come Pietro Toesca, ha scritto importanti libri, ma non è stato uno scienziato.

 

 



Ti potrebbe interessare anche:

Arte & Salute - rubrica a cura di Carlo Govoni

Antonio Fontanesi

La scuola di Barbizon è tra i movimenti artistici più importanti del XIX° secolo

Esposizioni d'Arte consigliate da quadriitaliani.it

La seduzione.
Mito e arte nell'antica Grecia
Palazzo Leoni Montanari
VICENZA
L'esposizione resterà aperta
fino al 13 gennaio 2019

 

 

 

Il 2019 sarà il 500
anniversario della morte
di Leonardo da Vinci.
Presso la sala delle Asse
del Castello Sforzesco
di Milano è in allestimento
una esposizione con
apertura prevista per
il 16 maggio 2019



 L'adorazione del magi
di Paolo Veronese
Museo Diocesano - Milano
Dal 23 ottobre 2018
al 20 gennaio 2019

 

IL  ROMANTICISMO
Gallerie d'Italia
Palazzo Poldi Pezzoli
Milano
dal 26 ottobre 2018
al 17 marzo 2019
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Arte e Salute

Arte e Salute è una rubrica a cura di Carlo Govoni sulla rivista DIAGNOSI & TERAPIA. La rivista è in distribuzione gratuita nelle migliori farmacie. Potrete anche trovarla al sito http://www.det.it/

logoDiagnosiTerapiaP2

Un articolo sulla "fruttiera di persici" di Ambrogio Figino, è presente sul numero 9 del 20 novembre 2016 a pagina 11

Figino Ambrogio fruttiera persici

 

Potete trovare un articolo sulla malattia nei bambini.

Sul numero di marzo 2018 è pubblicato un articolo ispirato al quadro "il buon samaritano" del pittore friulano Nicola Grassi

grassi nicola buon samaritano

Nella sezione Arte & Salute troverete articoli sulla notte di Natale del Correggio, sul medico Jgnàc Semmelweis, sul freddo e l'inverno e sulla nascita della Croce Rossa. 

Prospettiva aerea

"D'un medesimo colore posto in varie distanze ed eguali altezze, tale sarà la proprorzione del suo rischiaramento quale sarà quella delle distanze che ciascuno di essi colori ha dall'occhio che li vede." Leonardo da Vinci (1452 - 1519)
Questa è la prima regola della prospettiva aerea.

Joomla templates by Joomlashine