quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Il reattivo di Rorschach mi ha sempre affascinato perchè è un test psicologico che unisce la visione di immagini alla percezione artistica di un uomo. Lo ritengo un test molto adatto per capire come le persone guardano i quadri.
Innanzitutto desidero spiegare che cos'è il reattivo di Hermann Rorschach (1884 - 1922). E' un test psicologico dove si preparano delle macchie d'inchiostro su un foglio, lo si piega e poi si fa vedere l'immagine così creata alla persona che si vuole esaminare. Oggi questo test è stato standardizzato e le macchie sono sempre le medesime riunite in dodici cartelle. Poco importa se facciamo riferimento al test standardizzato o ad una versione artigianale da noi creata. L'importante è studiare le reazioni delle persone e cercare di capire il loro modo di ragionare.

 

rorschach blot 01 reattivo astrattismo govoni

 

Chi ha definito e perfezionato questo reattivo sostiene che deve essere presentato ad una persona sola e nella stanza deve esserci solo l'esaminatore e il soggetto sottoposto a psicodiagnosi.
L'utilizzo che propongo è diverso dalle regole suggerite dagli psicologi. Fate pure vedere una macchia d'inchiostro ad un gruppo di persone. 
Quando si fanno vedere queste immagini le interpretazioni sono le più varie: alcuni dicono che vedono una farfalla, altri due persone che si rincorrono, altri ancora un bambino, o un albero. Se voi provate a fare questo test vi accorgerete che i vostri amici si lanceranno alla ricerca delle idee più strane. Sembra quasi una gara nel trovare l'interpretazione più fantasiosa. Saranno pochissimi, o forse nessuno, quelli che diranno di vedere una macchia d'inchiostro.

Se riflettiamo un attimo è evidente che gli uomini non riescono a vedere la realtà come è. Gli uomini si sentono appagati nel vedere quello che non c'è. Il fatto che una macchia di colore casuale assomigli ad una farfalla non vuol dire che quella macchia è il disegno di una farfalla. Quella è una macchia di colore e il disegno di una farfalla è un'altra cosa.

 

Propongo la visione di macchie di colore in forma collettiva perché è molto più simile al comportamento dei visitatori di un museo d'arte moderna o di una galleria. Per capire meglio il problema sarebbe utile aver letto "Psicologia delle folle" di Gustave Le Bon [prima edizione 1895]. L'uomo singolo è spesso molto più razionale dell'uomo inserito in un gruppo sociale.

Sono molto scettico nell'utilizzo del test di Rorschach e altri test simili in ambito giudiziario. La mia opinione è che non servano a nulla.

A mio giudizio, faccio il medico e non lo psicologo, il reattivo di Rorschach non ha nessun valore pratico e non ritengo corretto utilizzare le risposte per cercare di comprendere le tendenze comportamentali di una persona.  A tal proposito lo psicologo Robyn Mason Dawes ha sostenuto (1988) che l'uso delle risposte al test di Rorschach per stabilire l'integrità psichica di un individuo con finalità legali (come per esempio la custodia di un bambino) è la procedura più non-etica utilizzata dagli psicologi. 

 rorschach blot 08 reattivo astrattismo govoni

 

Una persona sana di mente, intellettualmente normale, vede la macchia. Chi dice che vede tutt'altro esprime una debolezza mentale, è sicuramente una persona vulnerabilissima che si lascia condizionare. Oggi l'arte contemporanea è espressione di un condizionamento continuo. Molte persone vedono nei quadri delle interpretazioni che non ci sono o che sono state fatte molto male, ma non hanno il coraggio di opporsi alle interpretazioni dominanti. Quando si vive in una società di allineati, dove si deve credere o fingere di credere al pensiero dominante ecco che trovano spazio le interpretazioni più assurde, l'importante è che non vadano in contrasto col pensiero unico. Per esempio se nell'immagine qui sopra riportata ci vedo un pipistrello, va benissimo, ma se ci vedo delle macchie rossastre, azzurrognole e arancioni sono un soggetto da sottoporre a cure psichiatriche. 
Potrei fare tanti esempi, ma mi limito ad uno. Pensate al quadro di Guernica di Pablo Picasso  http://it.wikipedia.org/wiki/Guernica_ .  Tutti ci vedono il dramma della guerra, dei bombardamenti. Nessuno ha il coraggio di dire che è una brutta opera, di semplice esecuzione, con figure mal disegnate e che lascia perplessi solo per le sue grandi dimensioni (cm 349 x 776). 

 rorschach blot 07 reattivo astrattismo govoni

Il quadro astratto è uguale al reattivo di Rorschach. Chi guarda uno di questi quadri e non ha una mente limpida vede cose emozionanti.  Vede quello che non c'è, perde il contatto con la realtà. Quando di fronte allo stesso quadro ci sono due o più persone s'innesca un meccanismo di condizionamento psicologico del tutto simile quando il reattivo di Rorschach viene proposto a più persone. Se una vede un uccello che vola, un'altra cerca di vedere qualcosa di più interessante o di più preciso. Le risposte successive sono quasi sempre più articolate; per esempio: "un gabbiano che vola sul mare", "una donna che tiene in mano un pugnale", ecc.

 

rorschach blot 10 reattivo astrattismo govoni

Davanti ai quadri astratti c'è sempre questo condizionamento collettivo. Se uno vede in alcune macchie una vibrante protesta nei confronti della pittura accademica gli altri si lascieranno andare nelle interpretazioni più strane, però tutte col fine di apprezzare quell'opera. Scatta un processo mentale molto discutibile, ma reale:  l'uomo non vuole affrontare la massa, non vuole essere meno fantasioso del suo amico. Tutti in cuor loro capiscono che quei quadri astratti sono cavolate, sono cose da quinta elementare, però non si vogliono mettere contro gli altri e si adeguano. Si lasciano andare in apprezzamenti che non sentono.

Le persone sane di mente di fronte ad un quadro astratto vedono macchie di colore senza significato. Di fronte a quadri con figure disegnate male, vedono figure disegnate male. Gli uomini veri dicono di fronte agli altri che quelle sono macchie di colore e quelle figure sono talmente brutte che sembrano fatte da un bambino, e nemmeno tanto bravo.

Carlo Govoni

 

 

Se hai letto questo articolo, qui potresti trovare altri articoli di tuo interesse:

- Siamo nel periodo storico del Covid-19, a noi appare come un fenomeno unico, senza uguali, ma non è cosi. Prova a leggere LA PESTE A FIRENZE NEL 1630

 

- Camminare è la migliore medicina

 

2022 arte e medicina prof govoni carlo beethoven storia

 

 

  - Arte & Medicina, è un libro di 496 pagine, numerose illustrazioni, a cura di Carlo Govoni.
     E' un libro unico nel suo genere che è contemporaneamente un aggiornamento medico-scientifico e un libro d'arte dove numerosi quadri sono visti in un modo insolito.

 

 

- La salute non è tutto, ma senza la salute tutto è niente

 

 

 

Carlo Govoni pittore è su Facebook

facebook-govoni-quadriitaliani

Carlo Govoni pittore
lo trovi anche su
Facebook

https://www.facebook.com/Carlo-Govoni-pittore-273732089434160/

 danzatrice-ventre-govoni

Esposizioni d'Arte consigliate da quadriitaliani.it


Le esposizioni d'arte riprendono. Continuate ad essere prudenti perché LA SALUTE NON E' TUTTO, MA SENZA LA SALUTE TUTTO E' NIENTE.

Carlo Govoni

 

Dal 13 maggio al 2 ottobre 2022  GIOVANNI CAROTO E LE ARTI TRA MANTEGNA E VERONESE - Palazzo della Gran Guardia, VERONA

 

 GALLERIA BORGHESE - ROMA  una pinacoteca sempre interessante   

 

 Aldo Rossi design 1980 - 1997   Museo del novecento, Milnao, da aprile ad agosto 2022

 

Arte e Salute

Arte e Salute è una rubrica a cura di Carlo Govoni sulla rivista DIAGNOSI & TERAPIA. La rivista è in distribuzione gratuita nelle migliori farmacie. Potrete anche trovarla al sito http://www.det.it/

logoDiagnosiTerapiaP2


Millet spigolatrici pianura grano

Nella sezione Arte & Salute troverete articoli sulla notte di Natale del Correggio, sul medico Jgnàc Semmelweis, sul freddo e l'inverno e sulla nascita della Croce Rossa. 

Vallone antonio momento di felicita napoli

Un momento di felicità di Antonio Vallone

Arte & Medicina

 E' uscito il libro "Arte & Medicina". Sono descritti 20 argomenti di carattere medico, tutti iniziano con una introduzione storico-artistica scritta da Carlo Govoni. Il libro è insolito, può interessare gli appasionati d'arte ed anche coloro che svolgono una professione sanitaria. Da questo libro è stato ricavato un corso FAD (Formazione A Distanza per Medici e Farmacisti). Volume di 496 pagine, formato 24 x 16,5.

2022 arte e medicina prof govoni carlo beethoven storia

 Se un lettore desidera acquistare il libro (€ 25,00 IVA compresa + spese di spedizione) è invitato a contattare l'editore: Diagnosi&Terapia  via del Colle 106 r - 16128 Genova 
Tel. 0102465062
FAX  0102758074
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Joomla templates by Joomlashine