quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Umberto Lilloni è un pittore milanese molto noto, è un esponente del chiarismo lombardo e la sua pittura si presenta molto semplice e piacevole.
La pittura di Lilloni si caratterizza per toni chiari e un segno particolarmente delicato. La sua tavolozza era dominata dal bianco. Era solito prepare un fondo bianco col colore ad olio e poi dipingeva il quadro prima che il bianco asciugasse completamente. I suoi soggetti preferiti sono stati i paesaggi e le nature morte con fiori. E' stato sempre interessato ai disegni dei pittori dell'estremo oriente e in molti suoi quadri si riconoscono immagini orientaleggianti.

da-lilloni-govoni

da Umberto Lilloni - fiori e vaso cinese

Lilloni nacque il 1° marzo del 1898 a Milano e morì nella stessa città il 15 giugno 1980. E' figlio di un ebanista e commerciante di mobili. Il padre avrebbe voluto introdurre il figlio nell'azienda di famiglia, ma non vi riuscì. Il giovane frequentò i corsi di disegno della Società Umanitaria. L'Umanitaria è una istituzione voluta da Prospero Moisè Loira, che lasciò in eredità al comune di Milano una ingente somma di denaro per costituire una società con il preciso scopo di aiutare i poveri a risollevarsi. Frequentando questi corsi Umberto Lilloni comprese che la pittura poteva essere la sua strada. Nel 1912 si iscrisse all'Accademia di Brera ed ebbe come maestri il Bignami e il Rapetti. Negli anni 1913/14 partecipò attivamente a comizi contro l'entrata in guerra e venne perfino arrestato per le sue idee socialiste. Trascorse alcuni giorni nel carcere di San Vittore. Nel 1917 venne arruolato in fanteria. Nel dopoguerra si iscrisse nuovamente all'Accademia di Brera. Iniziò a dimostrare le sue capacità pittoriche e si avvicinò ai pittori del gruppo "Novecento". Intorno al 1930 iniziò a sviluppare la sua pittura caratterizzata dai colori molto chiari. E' stato tra i pittori parteciparono al movimento denominato "Chiarismo lombardo". Dal 1927 al 1941 insegnò all'Accademia di Brera e poi, fino al 1962, insegnò pittura all'Accademia di Parma. Negli ultimi dieci anni della sua vita andò a vivere in Svizzera.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Cesara Mottironi

La VOCE di REGGIO EMILIA

 Settimanale in vendita nelle edicole (€ 1,10)

Sul numero del 29 novembre articolo di Carlo Govoni

Luci, colori e trasparenze negli oggetti di Vilder Rosi

la voce di reggio emilia govoni carlo

VILDER ROSI PITTORE

Arte e Salute

Arte e Salute è una rubrica a cura di Carlo Govoni sulla rivista DIAGNOSI & TERAPIA. La rivista è in distribuzione gratuita nelle migliori farmacie. Potrete anche trovarla al sito http://www.det.it/

logoDiagnosiTerapiaP2


Millet spigolatrici pianura grano

Nella sezione Arte & Salute troverete articoli sulla notte di Natale del Correggio, sul medico Jgnàc Semmelweis, sul freddo e l'inverno e sulla nascita della Croce Rossa. 

Vallone antonio momento di felicita napoli

Un momento di felicità di Antonio Vallone

Raffaello Sanzio

Il 2020 è il cinquecentesimo anniversario della morte di Raffaello Sanzio. Lo ricordiamo con questo articolo pubblicato sulla rivista Diagnosi e Terapia nella rubrica mensile "Arte & Salute" ideata e curata da Carlo Govoni.

raffaello sanzio il parnaso

Pensiero leonardesco

Farai figure in tale atto, il quale sia sufficiente a dimostrare quello che la figura ha nell'animo: altrimenti la tua arte non sarà laudabile.    Leonardo da Vinci (1452 - 1519)  
Che cos'è l'arte?

 

Joomla templates by Joomlashine