quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Mistero, realtà e verità nella ricerca pittorica di Carlo Govoni.    

 di GABRIELE CORSI

 articolo pubblicato Lunedì 5 GENNAIO 2015 su PRIMA PAGINA REGGIO  - Cultura e spettacoli - pag. 11

https://twitter.com/primapaginaregg


Ogni essere umano è dotato di una fine percezione sensoriale: guarda, ascolta, interagisce, memorizza ed elabora concetti con la propria mente. Gli uomini pensano di aver capito e spesso si accorgono che la realtà è diversa. La realtà è per tutti un mistero. Capire ciò che avviene attorno a noi non è semplice, le illusioni sono dietro l’angolo. Realtà e verità vanno di pari passo, questi concetti sono ostici da comprendere ma soprattutto occorre uno sforzo notevole per rappresentarli attraverso un quadro bidimensionale. Dobbiamo riflettere sul fatto che tutta la storia della pittura, dai grafiti nelle grotte ai quadri presenti nelle gallerie, si caratterizza per una continua evoluzione finalizzata alla rappresentazione della realtà.

Comprendo che ci possono essere persone che non condividono questa tesi e pensano che con l’impressionismo e con i movimenti pittorici successivi, supportati anche dall’invenzione della fotografia, abbiano tolto alla pittura il suo obiettivo primario della raffigurazione in due dimensioni di una realtà tridimensionale. Non dimentichiamo che la pittura degli ultimi centocinquant’anni ha vissuto uno dei periodi più tormentati e la prova è data dalla frammentazione in un numero indefinibile di correnti e dai continui mutamenti che si sono avvicendati. Chi analizza i movimenti artistici capisce che non ci sono state vere evoluzioni ma solo molte strade disgiunte e prive di continuità. Abbiamo visto e continuiamo a vedere opere di pittori che perseguono un solo obiettivo: l’originalità a tutti i costi.

Il pittore che presento non è certamente tra questi. Carlo Govoni ha iniziato a dipingere rispettando le problematiche essenziali della pittura; lo ha fatto analizzando la realtà, per poi riprodurla nei suoi quadri.

Quando si discute sulla rappresentazione della realtà sembra di sentire le voci di coloro che ricordano un recente passato dove si svilupparono il realismo, il verismo, l’iperrealismo ed altre correnti analoghe. Tutti movimenti che secondo questi critici hanno completato le loro parabole e lo studio della realtà oggi è lettera morta. Spesso negli ambienti artistici si sentono argomentazioni di questo tipo: i grandi vedutisti hanno raggiunto l’apice e dopo di loro non c’è più nulla da scoprire.

Carlo Govoni non condivide questa idea. 
Mi dice: “Il senso della vita è risolvere i problemi e il problema della pittura è la rappresentazione della realtà. Oggi per affermare questo concetto ci si scontra con non pochi pregiudizi, infatti molti pittori hanno aderito a movimenti dove è stato accantonato il problema dello studio del reale. Questi movimenti, proprio perché semplificano i problemi artistici, sono senza un futuro. Non è affatto vero che nello studio del reale non c’è nulla da scoprire; solo quelli che non vedono o fingono di non vedere i problemi fanno queste affermazioni.”
Govoni si esprime in modo categorico. Basta osservare le fotografie presenti in questa pagina e si comprende immediatamente che lo studio della realtà e la ricerca della verità sono alla base del suo pensiero. Si dice che sia compito della scienza e non dell’arte mirare alla ricerca della verità. Per Carlo Govoni arte e scienza sono molto più vicine di quanto si possa credere. L’estetica e la filosofia della scienza non vengono visti come concetti totalmente separati. Il vero problema è che la verità, sia artistica che scientifica, non è mai così certa come molti uomini desidererebbero. 

I quadri di questo pittore li trovate esposti nelle città di Reggio Emilia e di Novellara. In entrambe le sedi vengono presentati paesaggi. Si tratta quasi sempre di paesaggi marini o lacustri. L’acqua – l’elemento che non è mai fermo – secondo il pensiero leonardesco ha sempre affascinato il pittore reggiano. La sua ricerca mira soprattutto ad esprimere i riflessi particolari delle nubi e del cielo sulle acque in specifici momenti della giornata. Nei quadri, tutti ad olio, si osserva un uso particolare del colore steso attraverso numerose velature e sovrapposizioni.
I risultati che ottiene sono difficili da descrivere. Per capirli bisogna guardare i quadri ed affidarsi alle percezioni sensoriali. Questa, in perfetta sintonia con le idee di Carlo Govoni, è l’unica strada che abbiamo per comprendere la pittura. 

govoni-prima-pagina-05-01-2015-r 



 

Arte e Salute

Arte e Salute è una rubrica a cura di Carlo Govoni sulla rivista DIAGNOSI E TERAPIA. La rivista è in distribuzione gratuita nelle farmacie. Potrete anche trovarla al sito http://www.det.it/

logoDiagnosiTerapiaP2

Un articolo sulla "fruttiera di persici" di Ambrogio Figino, è presente sul numero 9 del 20 novembre 2016 a pagina 11

Figino Ambrogio fruttiera persici

Sul numero 10 del 20 dicembre è presente un articolo sul quadro "la notte" del Correggio.

Altre esposizioni d'Arte consigliate da quadriitaliani.it

Labirinti del cuore.
Giorgione e le stagioni
del sentimento
tra Venezia e Roma.
ROMA

Palazzo Venezia e
Castel Sant'Angelo
Dal 23 giugno 2017
al 17 settembre 2017
 

 

  

 

Antonio Canal "il Canaletto"
e Bernardo Bellotto
Rassegna di opere 
Milano, Gallerie Italia
Dal 25 novembre 2016
al 3 marzo 2017
Chiuso il lunedì

 

 

Profeti in patria
c
ammini d'artist
a
a  Montecchio Emilia

OMAR  GALLIANI
Dal 28 ottobre 2016
a maggio 2017

galliani montecchio manifesto

quadriitaliani.it SU FACEBOOK

Questo sito ha una pagina su facebook facebook-govoni-quadriitaliani . Ovviamente la pagina si chiama quadriitaliani.

La potete trovare a questo link https://www.facebook.com/Quadriitaliani-1513937212247233/

Per mantenere i contatti con coloro che scrivono su questo sito o per essere aggiornati basta fare un clik su MI PIACE

Bassetti marcantonio paradiso

Prospettiva aerea

"D'un medesimo colore posto in varie distanze ed eguali altezze, tale sarà la proprorzione del suo rischiaramento quale sarà quella delle distanze che ciascuno di essi colori ha dall'occhio che li vede." Leonardo da Vinci (1452 - 1519)
Questa è la prima regola della prospettiva aerea.

Meglio è la piccola certezza che la gran bugia.  Leonardo da Vinci (1452 - 1519)

L'essere umano ha poche certezze: questa è la vita. Tra coloro che si qualificano esperti d'arte ci sono grandi bugiardi che sostengono l'astrattismo, la street art e tutte le innumerevoli degenerazioni che da un centinaio d'anni si susseguono senza fine. In questo sito si vuole stare dalla parte delle piccole certezze.

Joomla templates by Joomlashine