quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Esiste una realtà che cade sotto l'esperienza dei nostri sensi e il pittore si occupa solo della realtà visibile, cioè della realtà percepibile col senso della vista. Questa realtà può essere riprodotta e per farlo esistono delle leggi che l'uomo, solo in forza della sua intelligenza, ha scoperto e poi le ha codificate.
L'uomo primitivo non conosceva nessuna di queste leggi e cercava istintivamente di rappresentare la realtà. Lo faceva in modo molto approssimativo. Col passare dei secoli sono migliorate le sue conoscenze sia per quanto riguarda i materiali utilizzati e sia per quanto attiene una migliore capacità di leggere la realtà e di riprodurla. Le leggi qui indicate, come tutte le leggi della fisica o della chimica o di altra materia scientifica, non sono state inventate da un uomo. L'uomo le ha solo scoperte. L'uomo intelligente ha osservato la realtà ed ha cercato di ricavarne delle regole (o meglio delle leggi) che ha semplicemente utilizzato per riprodurre una immagine migliore.
Se pensiamo a Giotto e lo confrontiamo con i suoi predecessori vediamo che egli è il primo ad introdurre la prospettiva nei suoi affreschi. Si tratta di una prospettiva intuitiva, è stato però un passo grandioso che ha migliorato sensibilmente la percezione della profondità di un ambiente. In periodi successivi altri pittori, sopra tutti Leon Battista Alberti  e  Piero della Francesca, capiranno l'esistenza di punti di fuga e inzieranno a stabilire le leggi della prospettiva. Dove erano queste leggi? Erano semplicemente di fronte a chiunque, erano nella realtà delle cose, ma nessuno prima di Leon Battista Alberti  e Piero della Francesca le aveva comprese esattamente. Questi uomini non hanno inventato nulla, hanno semplicemente saputo osservare la natura ed hanno saputo estrapolare quelle leggi che si sono rivelate fondamentali per rappresentare correttamente la realtà.

1 - L'obiettivo fondamentale del disegno e della pittura è la rappresentazione di una realtà tridimensionale su uno spazio bidimensionale.

2 - Il disegno si prefigge di rappresentare la realtà utilizzando il segno e il chiaroscuro, manca l'utilizzo del colore.

3 - La pittura si prefigge di rappresentare la realtà utilizzando il disegno e il colore.

4 - Tutto ciò che è presente in natura può essere rappresentato col disegno o con la pittura. Queste due tecniche possono rappresentare solo situazioni statiche. E' possibile rappresentare un istante di una azione. Il movimento non può essere espresso con le tecniche citate.

5 - La forma. Col disegno si rappresenta la forma dell'oggetto.

6 - La luce e l'ombra. Ogni oggetto per essere visibile, e quindi riproducibile, deve essere illuminato. Se c'è una parte illuminata ci sarà necessariamente una parte in ombra (ombra propria). Questa parte, unitamente alla seguente, costituisce una legge nota anche col nome di "Teoria delle ombre".

7 - Ogni oggetto proietta un'ombra su altri oggetti o su un piano.  

8 - La luce conferisce agli oggetti un colore. Il colore subisce variazioni tra parte in luce e parte in ombra.

9 - La luce comporta il fenomeno della riflessione dei colori.

10 - Nella rappresentazione di un qualsiasi soggetto occorre valutarne le proprozioni.

11 - Il concetto di proporzione assume molta importanza quando si deve rappresentare un essere vivente (animale o uomo).

12 - La prospettiva lineare. La realtà è tridimensionale e la conoscenza delle varie forme di prospettiva è indispensabile per poterla rappresentare correttamente.

13 - La prospettiva aerea (o pittorica). Si intendono quelle particolari leggi che consentono di rappresentare correttamente grandi profondità di campo prive di elementi facilmente riconducibili a linee.

Ho qui elencato quelle che indico come le principali regole della pittura e che in altri articoli andrò ad esaminare.

 

 

 

Vedi anche:
- Che cos'è l'arte? 
L'arte è espressione 
- C'è una favola dietro ai quadri di Carlo Govoni 

PER ESPORRE ALL'ARCOIRIS GALLERY

Se sei un pittore
e sei interessato
ad esporre a Reggio Emilia
leggi l'articolo e contattaci.
3474454362
3358040811 

Carlo Govoni pittore è su Facebook

facebook-govoni-quadriitaliani

Carlo Govoni pittore
lo trovi anche su
Facebook

https://www.facebook.com/Carlo-Govoni-pittore-273732089434160/

 danzatrice-ventre-govoni

Altre esposizioni d'Arte consigliate da quadriitaliani.it

Labirinti del cuore.
Giorgione e le stagioni
del sentimento
tra Venezia e Roma.
ROMA

Palazzo Venezia e
Castel Sant'Angelo
Dal 23 giugno 2017
al 17 settembre 2017
 

 

  

 

Antonio Canal "il Canaletto"
e Bernardo Bellotto
Rassegna di opere 
Milano, Gallerie Italia
Dal 25 novembre 2016
al 3 marzo 2017
Chiuso il lunedì

 

 

Profeti in patria
c
ammini d'artist
a
a  Montecchio Emilia

OMAR  GALLIANI
Dal 28 ottobre 2016
a maggio 2017

galliani montecchio manifesto

Prospettiva aerea

"D'un medesimo colore posto in varie distanze ed eguali altezze, tale sarà la proprorzione del suo rischiaramento quale sarà quella delle distanze che ciascuno di essi colori ha dall'occhio che li vede." Leonardo da Vinci (1452 - 1519)
Questa è la prima regola della prospettiva aerea.

Joomla templates by Joomlashine