quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

L’adorazione dei pastori (o la notte) è una delle opere più rappresentative di Antonio Allegri detto il Correggio (1489 / 1534). Tra non molti giorni sarà Natale ed ho voluto scegliere un’opera d’arte che possa ricordare meglio di qualsiasi altra la notte del 25 dicembre.

Corregggio Allegri La notte

Antonio Allegri detto il Correggio: La notte    (o l’adorazione dei pastori)
olio su tavola (cm 256x188)   -   Gemäldegalerie di Dresda.

 

Questo quadro ha una caratteristica unica, possiamo ammirare un effetto luminoso sublime. C’è una tenue luce dell’alba sullo sfondo, c’è la luminosità degli angeli, ma c’è la luce del Bambino che sovrasta tutte le altre. E’ questo l’aspetto più interessante dell’opera, un neonato che porta una nuova “luce” al mondo. Il volto della madonna è radioso. Una delle due pastorelle, quella con la mano sinistra alzata, sembra aver la necessità di coprirsi gli occhi di fronte a tanto splendore.

Guardiamo bene il quadro e cerchiamo di capire dove viene tenuto il divin Bambino.

Su un giaciglio di paglia e spighe di grano, avvolto in un lenzuolino bianco, verosimilmente di cotone.

Il Correggio ricostruisce una scena di circa mille e cinquecento anni prima rispetto al periodo in cui ha vissuto. I concetti di igiene erano molto aleatori. Però una tela di cotone bianco, lavata e bollita, e la paglia fresca, ancora con le spighe, hanno un preciso significato. Pur nella povertà si cerca la pulizia. Attorno al Bambino ci sono cose semplici, ma deterse.

Oggi i concetti di igiene del neonato sono completamente diversi, attualmente si usano prodotti che sterilizzano. Quello che è importante è che oggi come ieri si fa il possibile perché un neonato possa compiere i suoi primi vagiti in un ambiente protetto.

Questi concetti non si applicano a tutti. Proviamo a rileggere gli eventi storici del nostro secolo, i potenti della terra hanno sottoscritto elaborate convenzioni e carte sui diritti dei bambini; però dopo 2016 anni non si riesce ancora a garantire a tutti i neonati un lenzuolino di cotone e un giaciglio di paglia e spighe.

Carlo Govoni, Natale 2016

 

Questo articolo è stato pubblicato sul numero di dicembre (n.10) dell'anno 2016
della rivista Diagnosi e Terapia nella rubrica "Arte e Salute".  www.det.it 

 

Joomla templates by Joomlashine