quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Giulio Soriani è un artista eclettico: pittore, acquerellista, architetto d'interni e scenografo particolarmente attivo nella seconda metà del novecento a Reggio Emilia. 

E' nato in provincia di Ferrara a Portomaggiore nel 1903. La famiglia Soriani è una antica famiglia originaria del ferrarese ed è iscritta tra le famiglie della partecipanza centese. Infatti tra le icone di questa partecipanza si trova lo stemma dei Soriani.

soriani stemma famiglia partecipanza cento

Giulio fin da giovanissimo frequentò l'Istituto Superiore di Belle Arti di Urbino e dopo il diploma s'iscrisse all'Accademia di Belle Arti di Bologna dove frequentò la sezione di Architettura fino al raggiungimento del diploma. Seguì i corsi del prof. Gualtiero Pontoni e si perfezionò in scenografia. Alla fine degli anni '20 realizzò i suoi primi progetti archiettonici e scenografici.

soriani giulio 1926 scenografia egizia

Qui sopra vediamo un quadro a tempera su tela che raffigura una veduta scenografica ambientata nell'antico egitto. L'opera teatrale che ha più di tutte affascinato il giovane Giulio è stata "Aida" di Giuseppe Verdi. Questo tema lo incontriamo più volte nei disegni e nei quadri di questo pittore. La tempera qui raffigurata è stata eseguita il 31 dicembre 1926 a Portomaggiore e reca al verso la scritta sotto indicata.

 

soriani giulio 1926 scenografia egizia B

 

E' interessante vedere come nei primi anni di attività lavorativa, quindi prima della seconda guerra mondiale, si sia dedicato in prevalenza ad opere architettoniche e scenografiche teatrali.  Le sue opere più note del periodo pre-bellico sono il loggiato del cimitero di Portomaggiore e la facciata della chiesa di Masi Torello.

Durante la guerra si trasferì a Scandiano (RE) e poi a Reggio Emilia. Fece l'insegnante di disegno e si dedicò alla scenografia, all'architettura e alla pittura. Si fece notare nella realizzazione e nella progettazione degli interni del cinema Capitol a Reggio Emilia.

A Reggio Emilia, in diverse occasioni, collaborò alle scenografie delle opere che venivano messe in scena al Teatro Municipale (ora Teatro Romolo Valli).

Ha curato molto lo studio della figura umana e tra i suoi quadri sono noti diversi ritratti dei famigliari più stretti e di alcuni amici.

Nel 1968 à stato il promotore dell'Accademia di Pittura Regina Pacis (Piccola Accademia Regina Pacis - PARP) nell'omonima frazione di Reggio Emilia. E' stato per anni il direttore di questa Accademia, avvicinando molti giovani e non giovani alla pittura e alla scenografia.

soriani giulio ragazza in un vicolo olio su tavola

Ragazza in un vicolo d'estate. Quadro ad olio su tavola
Firmato in basso a sinistra e sul retro reca il timbro del Prof. Giulio Soriani

soriani giulio firma autografa

 

Nel settembre 1980 la città di Reggio Emilia gli dedica una esposizione nel prestigioso e centralissimo palazzo del Capitano del Popolo. Il catalogo di cui riporto la copertina è stato curato da Salvatore Fangareggi.

soriani giulio scenografo pittore 1980 esposizione fangareggi

Giulio Soriani morì a Reggio Emilia nel 1983.

La sua vasta produzione artistica è stata in gran parte catalogata dal figlio Alessandro. 

Nel 1985 Lucio Scardino ha scritto il libro monografico "Giulio Soriani 1903 - 1983 scenografia . pittura . architettura."

Nel 1995 la Fondazione Manodori ha pubblicato un libro dal titolo "Giulio Soriani, 1903 - 1983. La ricerca di un artista fra certezze di mestiere e imprevedibili invenzioni della creatività" scritto da Umberto Nobili e Ugo Scardino.

Nel mese di marzo 2014 presso la biblioteca Panizzi di Reggio Emilia è stata organizzata una esposizione di 40 immagini scenografiche del prof. Soriani per farne una donazione.

Molti reggiani possono vantarsi di essere stati allievi del prof. Giulio Soriani. Tra quelli che si sono maggiormente distinti ricordiamo Iaures Oleari, pittore, nato a Reggio Emilia nel 1950. La dott.ssa Antonella Davoli, pittrice figurativa che si caratterizza per una scomposizione delle immagini. Anche l'astrattista Marino Iotti (nato nel 1953) è stato un frequentatore dei corsi della Piccola Accademia di Regina Pacis. Tra seguaci ferraresi di Giulio Soriani ricordiamo il noto pittore Renzo Gentili (1940 - 2020), un artista che difficilmente si riesce ad inquadrare in una corrente, ma che viene spesso ricordato come un pittore incapace di separarsi dai suoi quadri. 

 

 

 



 

Ti potrebbe interessare anche:

1999 - Non più ignavi? - artisti che si presentano al nuovo millennio 

 

Franco Fragale: il pittore che ha studiato gli artisti del passato e la natura per scoprirne le regole

 

La scuola di Barbizon è tra i movimenti artistici più importanti del XIX° secolo

 

Carlo Govoni pittore

 

Cesare Bonavita - pittore di Cremona

 

 

 

 

 

 

 

La VOCE di REGGIO EMILIA

 Settimanale in vendita nelle edicole (€ 1,10)

Sul numero del 29 novembre articolo di Carlo Govoni

Luci, colori e trasparenze negli oggetti di Vilder Rosi

la voce di reggio emilia govoni carlo

VILDER ROSI PITTORE

Arte e Salute

Arte e Salute è una rubrica a cura di Carlo Govoni sulla rivista DIAGNOSI & TERAPIA. La rivista è in distribuzione gratuita nelle migliori farmacie. Potrete anche trovarla al sito http://www.det.it/

logoDiagnosiTerapiaP2


Millet spigolatrici pianura grano

Nella sezione Arte & Salute troverete articoli sulla notte di Natale del Correggio, sul medico Jgnàc Semmelweis, sul freddo e l'inverno e sulla nascita della Croce Rossa. 

Vallone antonio momento di felicita napoli

Un momento di felicità di Antonio Vallone

Raffaello Sanzio

Il 2020 è il cinquecentesimo anniversario della morte di Raffaello Sanzio. Lo ricordiamo con questo articolo pubblicato sulla rivista Diagnosi e Terapia nella rubrica mensile "Arte & Salute" ideata e curata da Carlo Govoni.

raffaello sanzio il parnaso

Pensiero leonardesco

Farai figure in tale atto, il quale sia sufficiente a dimostrare quello che la figura ha nell'animo: altrimenti la tua arte non sarà laudabile.    Leonardo da Vinci (1452 - 1519)  
Che cos'è l'arte?

 

Joomla templates by Joomlashine