quadriitaliani.it

Rassegna di pittori italiani

Solo quadri di artisti che utilizzano un linguaggio pittorico chiaro e aderente alla realtà.  Immagini, ma anche conversazioni e saggi su tecnica e interpretazione della pittura e della storia dell'arte.

Telefono (+39) 3358040811

Le portatrici d'acqua, le cosidette "acquaiole" ci sembrano delle figure legate al romanticismo, in realtà erano ragazze attive in quasi tutte le città italiane prima della prima guerra mondiale.

UN’ACQUAIOLA A VENEZIA

Tutti noi siamo abituati ad aprire un rubinetto e subito vediamo l’acqua cristallina sgorgare nel lavello. L’acqua nelle abitazioni la consideriamo una componente indispensabile per definire abitabile una casa.

Andiamo indietro nel tempo. Basta documentarsi un poco per leggere che i primi acquedotti pubblici in grado di portare l’acqua potabile all'interno delle singole abitazioni sorgono negli ultimi anni dell’ottocento e solo nei centri urbani delle città più evolute.

Il quadro che ho scelto è stato dipinto a Venezia nel 1908.

Non parliamo medio evo o rinascimento, abbiamo solo fatto un salto indietro nel tempo di poco più di cento anni. Questo ci basta per capire che la vita di tutti era completamente diversa. Per bere e per cucinare in una città come Venezia si doveva attingere acqua dai pozzi pubblici presenti in molti campielli. Il quadro che propongo è estremamente realistico, raffigura una ragazza su un ponte veneziano, accanto a sé c’è una brocca e un secchio di rame. Queste donne, denominate acquaiole, erano delle lavoratrici indispensabili per la collettività del tempo. Il loro lavoro era molto semplice: andare al pozzo, raccogliere l’acqua e portarla nelle abitazioni. Nelle famiglie comuni questo era l’ordinario lavoro delle casalinghe. Le signore benestanti e le persone con problemi fisici si facevano portare l’acqua in casa da giovani ragazze. Quella che vediamo in questo quadro è sulla via del ritorno, ha il secchio pieno d’acqua e si è fermata nella parte più alta di un ponte. Una breve sosta per riposarsi e per scaldarsi con gli ultimi raggi di un sole autunnale.

de blaas eugenio nato ad albano acquaiola

Eugene de Blaas – L’acquaiola (the watercarrier) - collezione privata.

 

Il quadro è opera di Eugene de Blaas, un pittore nato ad Albano (Roma) nel 1843 da padre austriaco e madre italiana. Il de Blaas è uno dei più brillanti esponenti dello stile denominato Classicismo Accademico. Molte persone e anche molti esperti d’arte vedono nelle parole classicismo ed accademico dei concetti dispregiativi. Ho sempre sostenuto che la pittura è un’arte complessa, contraddistinta da numerose regole, che si apprende con l’esercizio e con il tempo, quindi le Accademie sono delle scuole indispensabili per chi voleva e vuol fare il pittore. Sul piano tecnico l’opera che presento è splendida. E’ un quadro che dimostra l’abilità tecnica di questo artista, considerato uno dei capiscuola del Classicismo Accademico.

Per quanto riguarda il contenuto questo dipinto ci ricorda un mestiere che non esiste più. Un’attività che era sicuramente poco remunerata; penso che fosse di poco al di sopra di coloro che chiedevano l’elemosina. Il periodo che ha preceduto la prima guerra ed anche gli anni immediatamente successivi erano caratterizzati da una diffusa povertà. Quello che ammiro di quel periodo storico è che gli italiani, anche se economicamente deboli, avevano vissuto il loro stato con dignità. L’unificazione sulla carta c’era, ma le diversità tra etnie e ceti sociali erano rilevanti. Le difficoltà e le avversità erano sempre dietro l’angolo, ma uomini e donne seppero superare quegli anni stringendo i denti e andando avanti con fierezza, come fiero è lo sguardo di questa ragazza.

 2021 2 acquaiola govoni

Questo articolo è stato scritto e pubblicato sulla rivista Diagnosi & Terapia, anno 2021, nella rubrica "Arte e Salute" con articoli del Prof. Carlo Govoni, Storico dell’Arte - http: /www quadriitaliani.it

 - Cell. 3358040811

 

 

Ti potrebbe anche interessare:

- Felicità

 

- Ultimi minuti di vita di Carlo Giuliani

 

- Franco Fragale: fondatore dell'effettismo, ovvero la pittura "A regola d'Arte".

 

 

 

 

 

 

 

PER ESPORRE ALL'ARCOIRIS GALLERY

Se sei un pittore
e sei interessato
ad esporre a Reggio Emilia
leggi l'articolo e contattaci.
3474454362
3358040811 

Carlo Govoni pittore è su Facebook

facebook-govoni-quadriitaliani

Carlo Govoni pittore
lo trovi anche su
Facebook

https://www.facebook.com/Carlo-Govoni-pittore-273732089434160/

 danzatrice-ventre-govoni

La VOCE di REGGIO EMILIA

 Settimanale in vendita nelle edicole (€ 1,10)

Sul numero del 29 novembre articolo di Carlo Govoni

Luci, colori e trasparenze negli oggetti di Vilder Rosi

la voce di reggio emilia govoni carlo

VILDER ROSI PITTORE

Altre esposizioni d'Arte consigliate da quadriitaliani.it

Ricordo che è obbligatorio avere il green pass per entrare nei musei e nelle sale da esposizione.

 

Tiepolo, Canaletto e i maestri del Settecento veneziano nei disegni e nelle stampe del Castello Sforzesco di Milano. Esposizione dal 15 settembre 2021 al 19 dicembre 2021.

 

MONET   a palazzo Reale di Milano si è inaugurata il 18 settembre 2021 una esposizione del padre dell'impressionismo

 

figino ambrogio pesche piatto argento 1591 

 

Joomla templates by Joomlashine